LA SCOPERTA DEL PERADAM (finis)

Così sono solo senza nemmeno un pezzo di muro materiale per portare la mia ombra reale e la creazione sognata tra le tempie io la porto sempre al punto estremo del mio sguardo teso. A che punto siamo con i secoli? Viviamo anni cupi e senza soprassalti da quando l’universo se ne va verso la sua notte. Ombre di quanti avevano temuto soltanto che il cielo potesse cadere sulle vostre teste ecco potete tremare seriamente. State per soffrire al ritmo del respiro cosmico. Vi ricordate che prima tutto aspirava all’unità una. Adesso tutto spira nella molteplicità dei dolori. E il peso di minuto in minuto diventa sempre più schiacciante su coloro che reggevano i mondi pensandoli. Da quando le loro schiene ne furono rinvigorite allo scatto folgorante dello Spirito dei tuoni.

René Daumal, Le Grand Jeu, Adelphi, 1967

LA SCOPERTA DEL PERADAM (8)

L A   S C O P E R T A   D E L   P E R A D A M   (8)

LA SCOPERTA DEL PERADAM (6)

L A   S C O P E R T  A   D  E L   P E R A D A M    (6)

LA SCOPERTA DEL PERADAM (4)

L A   S C O P E R T A   D E L   P E R A D A  M   (4)