MA CHE BELLA FACCIA AVEVA PALAZZESCHI

Sua Maestà abbandonò il palazzo e il regno quando un giorno, affacciandosi per la prima volta da uno dei suoi 107 balconi, vide il cancello chiuso, le inferriate e, con un gransalto, tentò di oltrepassarle, rimanendo infilzato.

Perché padre mio? Che hai fatto? Perché mi hai lasciato? Perché hai voluto così miseramente le nostre vite? Perelà? Perelà? Perelà? – gli altri esclamarono in tumulto. La donna si contorse nello spasimo dei propri singhiozzi.”*

groucho-marx

*Aldo Palazzeschi, Il codice di Perelà, 1911

Annunci

UN ALTRO NEGRONI PER FAVORE

e-questo

Dal corpo ancora caldo di una gallina morta, l’improvvisato patologo Rousseau estrasse un uovo e cinque scimmiette. Depose il bisturi e, all’improvvisata assistente infermiera, chiese un altro negroni.

BLOW UP

blow-up

blow-up-3

 

IL 27 GENNAIO

è andato così

27-gennaio

*agenda cangini-filippi e figli, vicenza 1978

C’E’ UN VECCHIO BAMBINO BEATO IN UN CASINO

All’indomani della 22° fine del mondo, alcuni uomini si risvegliarono nubili, alcune donne celibi. I loro figli non nacquero, eppure, stanchi di non essere nati, rimasero loro accanto.

ce-un-vecchio-bambino-beato* f.g.1965

LA LONTRA

La lontra, come tanti animali me compreso, è tardiva, è sognatrice, in altre parole le piace tanto dormire. Non levatela dall’acqua, suo plancton naturale. La lontra, come me, vuole solo riposare, possibilmente sola e al sole.

lontra

RIGOPIANO

Il Foglio non ri-esce più in Sicilia. Fine dell’esperimento voluto dal mio compaesano Claudio Cerasa. Ma fine scontata, anticipata, dei giornali cartacei. Se on-line fossero più professionali, quelli del Foglio, però, non mi costringerebbero a fare salti fotografici per riportare un articolo di Maurizio Crippa che riporto.

crippa