SE GUARDI DENTRO IL TUO BICCHIERE DI WHISKY

e scopri che la tastiera è la tua dentieraDentiera Tastiera

PRENDIAMO FORMA

PRENDIAMO FORMA DAGLI INSETTI E DAI NANOPIPISTRELLI

Prendiamo forma da pipistrelli

DEL PIACERE VACCANZUOLO

Santi Caleca, fotografo, aveva, spero abbia ancora, una passione dissennata per le vacche. Nei nostri giri in terre siciliane, ci obbligava a fermarci alla loro vista, un mucco, una nuvolaglia di mucche. Un giorno capitò, capitammo, ospiti a Tusa di mio suocero, uomo imperativo, grande esperto di trasformazione dei latticini, in particolare della ricotta vaccina. Obbligati a consumare riprendemmo il viaggio in una specie di maldimare latticino. Prima di Motta d’Affermo, quando Santi ci impose un’altra brusca frenata non c’erano vacche all’orizzonte. Santi prese respiro e vomitò, confessandoci che tanto amava le vacche quanto detestava latte e derivati. Da allora, Vacchefreno brusco, quando vedo queste cleopatre della campagna, anche se ormai viaggio con Piero Ciampi e bevo vino.