Farsi d’acido oggi (no washing-machine)

LSDCanotte molto inzuppate di sudore non buttatele soprattutto non buttatele in lavatrice versate in una capiente padella olio del Q8 e sapone liquido infuocate con etanolo che è un accelerante per circa 3 virgola 4 secondi e prima della soffrittura calate le vostre canotte in padella coprite senza condire e state a osservare dal vetrocoperchio la brevissima lucinazione avendo cura di spegnere a fine doratura quindi servire ai poveri della comunità di biagio conte e ai poveracci che per procurarselo il lisergico non lo trovano nemmeno su amazon

Maccalube

Maccalubeil mostro della buttanissima sicilia emerge dalla terra non per farsi fotografare come suo compare lochness ma picchì avi fame di picciriddi

Palermo non perdona

bonaventuraUna signora in camicia da notte si pettina i lunghi capelli biondi sporgendo la testa oltre la ringhiera sono le sette in punto e il terrazino sta nel retrotetto della chiesa di san nicolò da tolentino dove albergano i preti reoconfessori un ragazzo sfreccia in bicicletta nera con un camuffato amplificatore di 1500 watt sul bagaglino karaoka felicissimo a squarciagol l’ultima evoluzione copiativa di nino d’angelo scolaresche defluiscono festose dopo una visita obbligatoria il sabatolibero dall’archivio storico e accortisi che dal balcone li sto fotografando salutano schiamazzano saltano come su inesistente schermo gigante pino u ballerinu è tornato a ballare con la sua mieusa dopo avere fatto pubblica ammenda presso i suoi elettori per avere rubato luce pubblica sin dall’anno di apertura del suo privato mangiatoio il signor bonaventura se la ride sempre io non rido perché palermo è una città che non mi perdonerò mai di avere abbandonato

Dal diario

Pepysoggi non ho sudato sono riuscito a schiacciare una mosca che inseguivo e che mi inseguiva da tre giorni ho telefonato a papa francesco manifestandogli la mia disapprovazione per avere preso gusto ai viaggi peggio di un premier sai che cominciano a chiamarti papatour mi sono sforzato di ricordare dove ho ficcato il mio samuel pepys niente ho finalmente mangiato spaghetti con sugo di pomodoro e prezzemolo freschi freschi approfittando della lontananza di una figlia che si rifiuta di mangiare am-mangiare pasta spero da ora in poi pasta con la salsa ogni santo giorno che mi resta da vivere ho fatto benzina per sicurezza salvatore il benzinaio mi ha detto mi chiedi il pieno ma la tanica è piena bon sono sceso verso il mare per sciuparne un po’ dal mare oltre il mare si vedevano le eolie non tutte però ho pensato beati quelli hanno un motoscafo e tanta più benzina della mia e possono vederle tutte di notte per rispetto del fusorario ho telefonato a obama dicendogli bombarda pure la sicilia zona lampedusa qui ci sono più fratelli musulmani che in siria sis mi ha risposto alla siciliana

Kadraj

Samsakadraj con la cappa non è che una povera cappa rovinata su una povera cucina la mia dopo anni di tentennamenti ripensamenti dubbi vocalizzazioni canticchiate e apotropaiche kadraj kadraj kadraj non aspettarti che ti riassesti i chiodi autoreggenti maj maj maj così per anni a starmi a guardare sindamattino con sguardo torvo e collo piegato a sinistra come quello di horatio caine al secolo david caruso detective in csi miami sinquestomattino quando ladilei più vetusta caffettiera moka con la cappa eppure italianissima come un nostrano camicaze con la doppia cci ha deciso di porre fine all’idillio stufasbuffando è scoppiata e l’ogiva ha centrato il kuore della cappa rimanendone martirianamente sepolta

Qulo

Qulonegli anni della defenestrazione ibrida dell’intelligenza negli anni della joventude sessattontina fui furioso anticruscardo ogni giorno preparando bombe sgrammaticali una delle quali fu la soppressione nel becero sillabario del volgare italiano della inutile Q mi rispose a baionetta spegnendo le mie evolute micce apologetiche della nova gramatica giovanni menni un comunardo sopravvissuto alla decapitazione di termidoro in termidoro  come cazzo lo scrivi culo senza la Q